mercoledì 6 novembre 2013

Ecco le app per riconoscere un cosmetico sicuro


 


Purtroppo per il momento riguarda solo i cosmetici canadesi e statunitensi. L'app si chiama ThinkDirty, è gratuita ed è stata messa a punto da una fonte indipendente. Permette di effettuare un primo controllo per oltre 1200 marchi e più di 12.000 prodotti del mercato canadese e statunitense. Tramite una scansione del codice a barre del prodotto permette di ricevere alcune semplici informazioni sui suoi ingredienti, e sulle opzioni più sicure.

Comunicherà l’eventuale presenza di ingredienti potenzialmente tossici, sulla base tra gli altri anche della CommissioneEuropea sulla sicurezza degli ingredienti cosmetici (BHA / BHT, PEG, parabeni, ftalati, agenti che rilasciano formaldeide,solfati, profumi/fragranze ed ingredienti non biodegradabili). 


Biotiful è secondo me, la migliore applicazione italiana per capire se il cosmetico che stiamo comprando è buono o no. Ha in memoria più di 10 mila prodotti e altrettanti ingredienti.  Basta inserire il nome del prodotto o della marca, per capire se il prodotto che si sta usando è ecologico o no.  Ne esce tutto l'elenco degli ingredienti  con i pallini che spiegano se il prodotto potrebbe essere dannoso per le persone o per l'ambiente. Cliccando su ogni ingrediente appare qual è la sua funzione nel cosmetico (per esempio emulsionante). Si può usare anche al supermercato: fotografando il codice a barre del prodotto si risale alla sua valutazione.  Non ho capito chi l'ha fatto ma la classificazione degli ingredienti mi sembra proprio accurata e affidabile.
Gratuita
disponibile per apple e android

La app E' verde? - INCI ingredienti funziona più o meno allo stesso modo, ma in più dà la possibilità di fare la ricerca per ingrediente. È molto chiara da un punto di vista grafico: gli ingredienti sono verdi (i buoni), gialli (i discutibili) e rossi (i cattivi). Così è possibile valutare un prodotto a colpo d'occhio e se i rossi e i gialli sono tanti lo lasciamo direttamente su uno scaffale. Di molti prodotti ci sono le recensioni degli utenti e se si vuole si può anche lasciare la propria.
Gratuita
disponibile per apple e android
 


Il biodizionario.it di Fabrizio Zago è stato il primo sito a svelare a tutti i segreti degli ingredienti cosmetici ed è disponibile anche come app. Il dizionario che classifica migliaia di ingredienti cosmetici, in base alla valutazione di impatto sull'ambiente e sulla persona. Un pallino verde per gli ingredienti green, uno giallo per quelli discutibili, rosso per quelli assolutamente da evitare. Naturalmente è anche possibile consultare il Biodizionario direttamente online e al supermercato. Fortunatamente è tutto gratuito.
Gratuita
disponibile per android su Appsgeyser.com




Anche Icea, un ente certificatore di prodotti cosmetici e biologici, ha realizzato un'app gratuita, Icea check, per riconoscere gli ingredienti non solo dei cosmetici, ma anche degli alimenti. Inserendo il nome dell'ingrediente cosmetico è possibile sapere in tempo reale se è ammesso dal loro disciplinare oppure no.
Gratuita
disponibile per apple e android





 

Niente elenco di prodotti, l'app Cosmetici ha solo un modesto glossario, ma la consiglio ugualmente, perché va a completare le altre. Spiega molto bene cosa fare e cosa non fare con una crema o un solare e racconta chiaramente la legge sui cosmetici in Europa. Ci sono anche dei test per verificare quanto ne sappiamo. Il glossario non si limita agli ingredienti (che però non sono mai riportati con il nome Inci), ma spiega brevemente tutti i vocaboli importanti della cosmesi: cos'è l'inci, a cosa serve l'acido glicolico... interessante la parte dei consigli video degli esperti.
È fatta dall'Associazione consumatori e da Cosmetica Italia, l'associazione dei produttori di cosmetici, naturalmente non ha un orientamento spiccatamente ecologico, ma è comunque ricco di consigli utili.
Gratuita
disponibile per apple e android