sabato 22 febbraio 2014

Propylene glicol


È un composto, conosciuto anche come propane-1,2-diol, e si presenta come un liquido oleoso incolore, inodore e insapore. È igroscopico e mescolabile in acqua, acetone o cloroformio. È utilizzato nelle creme perché è un umettante, cioè trattiene l’acqua all’interno delle creme, evitando che si secchino, o che ci sia troppa acqua libera… di far proliferare i batteri. È anche un solvente e per questo consente di estrarre per esempio i principi attivi delle piante, si trova quindi spesso in preparati che fanno uso di oli essenziali o estratti di fiori, frutti e piante. E come tutti i solventi è meglio non averlo in grande quantità in una crema. Non crea grossi problemi dal punto di vista ambientale perché è facilmente biodegradabile. Ma può creare allergie e l’Ewg, l’americano Environmental Working Group, nel suo completissimo database delle sostanze cosmetiche (www.cosmeticsdatabase.com) lo accusa di provocare irritazioni e sensibilizzazioni anche a basse concentrazioni.