martedì 9 settembre 2014

gli oli vegetali proteggono davvero dal sole?


Diciamo subito l'amara verità: la risposta è no. O perlomeno schermano così poco da non evitare una bella scottatura. E lo dico per esperienza personale.
Ammaliata dagli oli e dalle loro potenzialità questa estate ho comperato quelli conosciuti per essere i più efficaci e li ho mescolati insieme. Ho messo:
50 g di olio di karanja (Aromazone)
50 di olio di avocado (Officina Naturae)
30 di riso (Scotti)
30 di argan (Cooperativa Tighanimine)
20 di broccoli (Aromazone)
10 di lampone (Aromazone)
10 di pomodoro (Aromazone) soprattutto per il licopene
e per non scarseggiare in antiossidanti ci ho messo anche una bella dose di vitamina E.

Quando sono stata al mare ho dato il via all'esperimento: ho spalmato l'olio vegetale su una gamba, sull'altra ho messo invece un olio solare spray della Planter's con protezione 10 (Spf). Si chiama Acide Hyaluronique anti-age corpo e capelli.
Gli ingredienti di questo filtro non mi fanno impazzire: l'olio di base è sintetico (C12-15 Alkyl Benzoate) e ci sono anche siliconi. Anche i filtri non erano il massimo, ma mi è piaciuto per l'alta quantità di acido ialuronico.

Beh, ho dovuto sospendere l'esperimento dopo neanche 2 ore: la gamba con oli vegetali stava diventando paonazza. Era proprio visibile la differenza fra le 2 gambe.

Da allora ho cambiato strategia: a contatto con la pelle ho messo gli oli vegetali e sopra l'olio solare.
Una strategia vincente. Perché la mia pelle con il sole di solito si riempie di macchie. Invece quest'anno l'abbronzatura si è rivelata molto più uniforme.
Gli oli vegetali ricchi di antiossidanti hanno neutralizzato i radicali liberi e, spero, impedito ai filtri solari sospesi negli oli sintetici di penetrare nella mia pelle.